Home»In scena»10 CHIODI NEL LEGNO, SULLA CATTIVA STRADA CON DANTE E DE ANDRE’

10 CHIODI NEL LEGNO, SULLA CATTIVA STRADA CON DANTE E DE ANDRE’

Associazione: Gigli e Gigliastri di Matera
Di: Sergio Gallo e Dalia Gravela
Voce: Sergio Gallo e Dalia Gravela
Percussioni e piano: Dalia Gravela
Fisarmonica e sax: Francesco Galizia
Chitarre: Vito Mercadante, Donatella Olivieri
Durata: 90 minuti

Tutto finisce, e tutto inizia, sulla collina. Un luogo terreno, come terreni sono i sentimenti, le emozioni, le paure, i dolori ed i sorrisi dei protagonisti che si incrociano in questo terzo viaggio – tra teatro e musica – dei “Gigli e Gigliastri” nel “Vangelo secondo Fabrizio De André”.
Sulla collina le leggi di Dio si scontrano con la realtà degli uomini mutandone l’esistenza. Lì, attraverso le parole del sommo Dante, la “coscienza collettiva” reclamerà punizioni esemplari per i peccatori. Mentre Tito “il ladro”, in punto di morte, attraverso proprie riflessioni acute e irriverenti ed i testi potenti di alcune canzoni ben riarrangiate, ripercorrerà quelle stesse leggi divine alla luce delle nostre contraddizioni terrene. Lo farà da uomo, traendone una conclusione quasi disarmante per la sua semplicità.
La collina alla fine accoglie tutti, indistintamente, nel proprio ventre, consegnandoli all’eternità. Ma quella stessa collina partorirà di nuovo la vita. Lo farà con dolore, con la consegna del Cristo ai suoi carnefici che ne faranno scempio, inchiodandolo nel legno insieme alle 10 leggidi suo Padre.

INFORMAZIONI SUL GRUPPO

Nel giugno del 2013 nasce il gruppo “Gigli e Gigliastri”: non solo come “tributo” a Fabrizio De André in formato cover, ma come progetto innovativo, combinazione tra teatro e musica. La prima “prova aperta” è il 27 luglio, nel corso della “Prima edizione della Festa dell’Arte”, presso la Chiesa di San Biagio, nella straordinaria cornice dei Sassi di Matera. Il nome del gruppo (metafora di figli e figliastri) prende spunto da una delle prime e più famose canzoni dell’artista, “La città vecchia”, che lo stesso De André definì come una sorta di anticipazione del suo pensiero. Il primo spettacolo proposto nella stagione 2013-2014 dai “Gigli e Gigliastri” (dal titolo “Faber racconto in LAminore per musicanti e cantisti”) ruotava attorno ad alcune delle canzoni più significative dell’autore secondo il “filo rosso” dei temi a lui più cari: la vita e la morte, l’ignoranza, l’amore e la guerra, la solitudine, la vendetta e il perdono. Fu portato in scena in alcuni spazi teatrali come quello dello IAC di Matera (Centro Arti Integrate), in piazze cittadine come quella di San Costantino Albanese (PZ) e piazzetta San Biagio (MT), oltre che in luoghi particolarmente suggestivi della Basilicata, come l’Abbazia di Montescaglioso (MT) e la Cappella del Sacro Cuore di Matera, per sottolineare la necessità di far compenetrare “sacro” e “profano” e suggerire al pubblico prospettive diverse e spunti di riflessione. L’impianto generale dello spettacolo era orientato ad esaltare il significato dei “versi in musica” del cantautore genovese. Per guidarci attraverso la galleria dei personaggi reietti e dimenticati delle sue canzoni, e per aiutarci a comprendere meglio le loro storie, ecco le testimonianze rese da quegli stessi personaggi che prendevano vita in un racconto fatto attraverso testi inediti, scritti e interpretati da Sergio Gallo prima dell’esecuzione di ciascun brano. Un vero e proprio “Faber-racconto in LAminore”, che era la tonalità portante di alcuni dei brani più significativi eseguiti dal gruppo, dove al teatro si intrecciavano atmosfere musicali delicate ed esaltanti. Le suggestioni così condivise con gli spettatori attirarono l’attenzione della stampa e del pubblico. “Pescati” con la rete internet da Pier Michelatti – bassista “storico” di Fabrizio De André – “Gigli e Gigliastri” parteciparono come finalisti alla terza edizione del festival nazionale “Risonando De André 2014” – di cui Michelatti era direttore artistico – tenutasi a Soriano nel Cimino (VT), ricevendo pubblici apprezzamenti di Dori Ghezzi, madrina della manifestazione. Nella stagione 2014-2015 “Gigli e Gigliastri” sono tornati in scena con il loro nuovo spettacolo, sempre tra musica e teatro: “EDDE, paralleli e convergenti – cammino a 4 mani con De André e De Gregori, presentato in 8 repliche a Matera, oltre che a Rincine (FI) in occasione di “Sherwoodstock”, il raduno nazionale dei tecnici e ricercatori forestali, a Metaponto-Bernalda (MT), a Montescaglioso (MT), a Marconia-Pisticci (MT), a Rotonda (PZ) nell’ambito della manifestazione “Il Bianco e la Rossa”, e nel corso della seconda edizione del Festival “Note di Notte” di Capurso (BA).

ATTIVITA’ ADERENTI ALLA PREVENDITA DEI BIGLIETTI

GIOIELLERIA LO SCRIGNO, Corso San Giorgio, 79
FRIESCO Via Vittorio Veneto 13
GILI-LAB Via Delfico 32
MAZZITTI MODA Corso San Giorgio 131
ROOM116 Corso San Giorgio 116
DOPPELGANGER Corso San Giorgio
ALAN SCOTT Corso San Giorgio 37
STAGIONI Via Carlo Forti 32
PARRUCCHIERA VALERIA Via D’Annunzio 27
BACKNET Via Cesare Battisti 33
LA PINELLA Corso Valentini Montorio al Vomano