Home»In scena»LETTERE DI UNO STOLTO AGLI SCIENZIATI DEL MONDO

LETTERE DI UNO STOLTO AGLI SCIENZIATI DEL MONDO

Lettere di uno stolto agli scienziati del mondo
Appunti per uno spettacolo in divenire

Raccolta fondi destinati al restauro del Polittico di Iacobello Del Fiore. 

Un progetto associazione Jules Renard in collaborazione con Lions Club Teramo

Regia e drammaturgia Giuseppe Sollazzo
Con Luca Adelfi, Antonio Tomberli, Marina Bellucci, Mouna Brahmi, Antonio Clemente, Gabriele D’Aquino, Lisa Imperatore, Fortuna Montariello, Giuseppe Nardini, Massimo Nota, Michele Romeo Di Tuosto, Linda Scala, Antonio Scialdone e Cristina Sica
Assistente alla regia Maria Elena Arpaia
Elementi scenici Massimo Nota
Costumi Renato Delehaye e Francesco Davide
Luci Gabbianella Club Events
Sartoria Lorenzo Zambrano

Lettere di uno stolto agli scienziati del mondo” offre una galleria di immagini filtrate attraverso lo sguardo degli ultimi, degli esclusi, dei bambini, di coloro chiamati a misurarsi con un destino non sempre benevolo. La nostra contemporaneità è chiamata ad un gioioso corpo a corpo con il teatro. I fatti grandi si intrecciano alle piccole avventure quotidiane. La ragazza convertitasi all’Islam cacciata di casa. L’approdo dei migranti avvolti in teli d’oro. Le foto sorridenti dei politici. Un uomo al telefono combatte con le voci registrate dei dischi automatici. File lunghissime all’ingresso di un ufficio pubblico mentre gli impiegati aspettano calmi l’ora d’inizio delle ostilità. Bambini giocano con scarpe abbandonate e con i sogni dei proprietari. Uomini fanno volare bolle di sapone. Donne in abito da sera le rompono danzando e suonando. Marinai sulle banchine sognano sirene. Vecchie istantanee scandiscono il tempo della vita e della morte. Le immagini scaturiscono una dall’altra per dare vita al teatro della speranza, capace di mostrare il lato segreto delle cose. E hanno poco bisogno di parole, le immagini, nascono in scena per parlare il linguaggio del Teatro e legarsi all’immaginazione di chi guarda.

Biglietti*:

Platea (I e II settore) € 20.00

Galleria (I e II settore) € 15.00

* I biglietti possono essere acquistati anche presso il nuovo botteghino del Teatri Comunale in via Ignazio Rozzi, 13 Teramo.

Posti non numerati

Informazioni sulla compagnia

Giuseppe Sollazzo ha studiato regia al DAMS di Bologna. Dal 1980, per diciotto anni, è aiuto regista di Roberto De Simone. Dal 1985 al 1989 è critico teatrale per “Il Mattino” di Napoli. Regista di opere liriche e teatro di prosa, docente di teoria e tecnica dell’interpretazione scenica al Conservatorio di Avellino.
E’ attivo tra Parigi e Napoli. Tra le ultime produzioni: “Il giorno in cui ci siamo incontrati e non ci siamo riconosciuti” fantasia scenica senza parole, presentato al Napoli Teatro Festival con una compagnia di trenta attori di varia nazionalità e “La Moliere” in scena al Teatro Essaion di Parigi fino a tutto maggio 2016.


BIGLIETTERIA
ACQUISTA LO SPETTACOLO >